Code & Design by Franco Bindo
N.B.: Ciascun utente che utilizza le informazioni ricavate e ricavabili da questo sito web lo fa sotto propria ed unica responsabilità.
© COPYRIGHT STUDIO TECNICO dott. ing. FRANCO BINDO - DIRITTI RISERVATI – RIPRODUZIONE VIETATA

home

IL BLOWER DOOR TEST IN PAROLE SEMPLICI

Il “Blower Door Test” è un esame che si fa negli edifici e nelle abitazioni per misurare quanti spifferi ci sono e soprattutto per trovarli e risolverli. Lo spiffero incontrollato è un difetto che contribuisce ad aumentare le spese di riscaldamento invernale e di raffrescamento estivo, a far entrare in casa i rumori, l’inquinamento ed il gas radon, a far marcire gli isolanti e le strutture in legno. Lo spiffero incontrollato può anche contribuire alla formazione di muffe e condense. Di contro è vero che lo spiffero può aumentare il ricambio di aria ma lo fa in modo del tutto incontrollato e casuale. E’ bene invece che il ricambio d’aria sia controllato da chi vive la casa aprendo con regolarità le finestre oppure installando apparecchi di ventilazione meccanica controllata (ma possiamo anche chiamarla “ventilazione confortevole”).

Per fare il test si monta, ad esempio sulla porta di ingresso, un particolare ventilatore controllato tramite un computer. Una volta acceso si va alla ricerca degli spifferi con l’uso di una termocamera e con del fumo artificiale (simile a quello usato nelle discoteche). E’ un test di tipo “non-distruttivo” che non crea particolari disagi in casa. Trovati gli spifferi è possibile proporre degli interventi di manutenzione per sigillarli. Se il test è invece eseguito per la certificazione energetica o per la certificazione di costruzione secondo alcuni protocolli (CasaClima, Leed, Arca, A+ ed A Provincia autonoma di Trento…) si approfondisce la prova con alcune particolari procedure che permettono di misurare il parametro “n50” e di confrontarlo con i valori obbligatori indicati nei diversi protocolli (volontari o cogenti).

Il test, anche quando non obbligatorio, è consigliabile venga sempre eseguito nel caso di costruzioni in legno o comunque del tipo “a secco” ed in tutti i casi di costruzioni ad alta efficienza energetica.

Molti operatori del campo edile temono il test, altri lo apprezzano: esso può essere infatti una misurazione della qualità della costruzione, del montaggio dei serramenti, dell’esecuzione degli impianti tecnici.

Gli effetti di uno spiffero sul comfort? Provateli viaggiando con la vostra automobile in inverno o in estate, con la pioggia o con il sole, in montagna o in autostrada, con alcuni finestrini sempre leggermente abbassati: difficilmente il vostro viaggio sarà confortevole se non potrete aprire o chiudere i finestrini controllandoli come e quando vi pare e piace.




Franco Bindo




home



CSS Valido!



HTML5 Powered with CSS3 / Styling, and Semantics